Cerca nel sito

12/07/2018 - Precisazioni in merito alla non potabilità dell'acqua da parte di un numero esiguo di utenze salodiane allacciate all'acquedotto di San Felice del Benaco.

In merito alle notizie riportate dai giornali, relative alla non potabilità dell’acqua che avrebbe colpito anche il Comune di Salò, al fine di evitare ingiustificati allarmismi, si precisa che la non potabilità riguarda esclusivamente un esiguo numero di utenze di fabbricati posti al confine del Comune di S. Felice del Benaco, site in via S. Felice o nelle immediate vicinanze. A seguito della segnalazione telefonica di un cittadino in data Nove Luglio, questa Amministrazione ha interessato immediatamente il gestore del servizio Idrico “Acque Bresciane” il quale, previo sopralluogo effettuato dai propri tecnici nella mattina del Dieci Luglio, ha comunicato a questa Amministrazione con nota trasmessa alle ore 11:17 dello stesso giorno, l’elenco delle utenze site sul territorio di Salò allacciate all’acquedotto del Comune di S. Felice del Benaco. Questa Amministrazione, sempre nello stesso giorno, ha emanato e notificato a tali utenze, e solo ad esse, specifica ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua del servizio idrico, valida fino a nuove disposizioni. Pertanto nessuna ordinanza generalizzata di divieto è stata emanata da questa Amministrazione, essendo il fenomeno circoscritto alle sole utenze analiticamente individuate. E’ infine il caso di ribadire che il Comune di Salò, così come la quasi totalità dei Comuni Bresciani, per disposizione normativa non gestisce più il servizio idrico da oltre venti anni e pertanto non dispone né del database delle utenze, né di cartografie aggiornate della rete, né dei punti di allaccio delle utenze alla rete principale, non avendo più alcuna competenza in materia.
Il Segretario Generale
Giuseppe Iovene