Cerca nel sito

Certificato di stato di famiglia

Certificato di stato di famiglia

Riporta la composizione della famiglia anagrafica: “un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, abitualmente coabitanti e dimoranti nello stesso Comune”, anche se nel certificato non vengono indicati i vincoli di parentela.
Compariranno pertanto in un unico stato di famiglia tutte le persone risultanti a uno stesso indirizzo e in una medesima unità immobiliare.

Può chiederlo chiunque abbia un interesse legittimo e attuale.

E’ possibile:

  • presentarsi allo sportello dell'Ufficio Anagrafe muniti di documento d’identità valido, con nome e cognome, data di nascita, indirizzo della persona per cui viene richiesto il certificato
  • utilizzare l’autocertificazione.

Il rilascio è di norma immediato.
L’ufficio si riserva comunque di chiarire col cittadino eventuali questioni riguardanti l’effettiva residenza, nonché di effettuare tutte le verifiche necessarie od opportune.
Contro il rifiuto di rilasciare il certificato è ammesso ricorso al Prefetto di Milano, nel termine di 30 giorni.
Il certificato ha validità di 6 mesi dalla data di rilascio prorogabile nel caso in cui l'interessato dichiari, in calce al certificato, che le informazioni contenute non hanno subito variazioni dalla data di rilascio.

Presso l’Ufficio Anagrafe, per i certificati in carta libera, bisogna pagare allo sportello i diritti di segreteria. Per i certificati in bollo, bisogna pagare i costi della marca da bollo e i diritti di segreteria presso lo sportello.
L’autocertificazione è gratuita.

Note

In base al D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 dal 7 marzo 2001 le Amministrazioni Pubbliche ed i Gestori di Pubblici Servizi non potranno più chiedere ai cittadini i certificati per i quali è possibile fare l'autocertificazione.
L'autocertificazione non è nient'altro che una dichiarazione firmata dall'interessato che sostituisce in toto i certificati, senza che vi sia necessità di presentare successivamente il certificato vero e proprio.