Cerca nel sito

Denuncia di nascita

La denuncia di ogni nuovo nato è obbligatoria, in quanto prevista dalla legge, entro dieci giorni dalla data del parto.

Se il bambino è nato da genitori regolarmente sposati o viene riconosciuto da uno solo dei genitori la denuncia di nascita deve essere presentata da:

  • uno dei genitori o da un loro procuratore speciale davanti al Direttore sanitario dell'istituto in cui è avvenuta la nascita entro tre giorni dalla data del parto
  • uno dei genitori davanti all'Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo) entro dieci giorni dalla data del parto
  • uno dei genitori davanti all'Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita entro dieci giorni dalla data del parto

Se il bambino è nato da genitori non sposati la denuncia di nascita deve essere presentata da:

  • entrambi i genitori congiuntamente davanti al Direttore sanitario dell'istituto in cui è avvenuta la nascita entro tre giorni dalla data del parto
  • entrambi i genitori congiuntamente davanti all'Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo) entro dieci giorni dalla data del parto
  • entrambi i genitori congiuntamente davanti all'Ufficiale di Stato Civile del comune di nascita entro dieci giorni dalla data del parto.

E' necessario presentare i seguenti documenti:

  • attestazione di nascita rilasciata dall'ospedale o casa di cura
  • documento d'identità valido (passaporto per i cittadini extracomunitari)
  • nel caso in cui i genitori non siano sposati devono presentarsi entrambi con un documento d'identità (passaporto per i cittadini extracomunitari) per effettuare il riconoscimento.

Se la denuncia di nascita, per vari motivi, non fosse fatta entro i dieci giorni, la registrazione viene fatta comunque, ma l'Ufficio di Stato Civile deve fare un rapporto al Procuratore della Repubblica.

Il certificato di nascita viene rilasciato immediatamente dopo la registrazione della nascita.

La denuncia di nascita deve essere effettuata entro 3 giorni presso la Direzione Sanitaria dell’ospedale dov'è avvenuta la nascita, oppure entro 10 giorni presso l'Ufficio di Stato Civile del Comune dove avvenuta la nascita o di residenza di uno dei genitori indipendentemente dal luogo di nascita.

A seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 286 in data 8-11/21-12/2016 è possibile attribuire al figlio, al momento della denuncia di nascita, anche il cognome MATERNO. La dichiarazione dovrà essere fatta dinnanzi all'Ufficiale dello Stato Civile:

- da entrambi i genitori in caso di filiazione naturale (non coniugati)

- da un solo genitore in caso di filiazione nata nel matrimonio (coniugati), il quale dovrà esibire una dichiarazione sottoscritta dall'altro genitore, non autenticata con allegata la copia del documento, nella quale sia indicato l'intento dell'attribuzione del doppio cognome (vedi fac-simile)